Riflessioni su Destra e Sinistra

Oltre la destra e la sinistra
Oltre la destra e la sinistra

Candidato. 1. Chi, su richiesta degli amici, acconsente con riluttanza a sacrificare i suoi interessi privati per il bene pubblico. Questa parola ha la stessa radice di “candido” e “candito”, e originariamente significava bianco. In un primo tempo si era avanzata l’ipotesi che si trattasse di un’allusione al sistema ateniese di conferire un incarico per mezzo di una pallina bianca, ma successivamente le ricerche di quell’eminente filologo che è il professor Ned Townsend hanno dimostrato che la parola deriva dall’antico costume secondo il quale l’aspirante a cariche politiche distribuiva dolciumi. 2. Un gentiluomo troppo modesto per accettare gli onori della vita privata e che ricerca con ostinazione la confortevole oscurità dei pubblici uffici.
Ambrose Bierce

In generale un’affermazione della destra è sempre una cattiva notizia, è sempre una faccenda pericolosa. Perché la destra dà risposte molto semplici, dirette a problemi enormi. Ci sono i senzatetto? Che se ne vadano. C’è un aumento di criminali? Ripristiniamo la pena di morte. Soluzioni che naturalmente non tentano di capire il perché dei fenomeni a cui vengono applicate. Al momento possono sembrare efficaci, ma fra venti anni sarà peggio e ne faranno le spese le generazioni del futuro che di nuovo si troveranno di fronte problemi gravissimi.
Woody Allen

Nelle democrazie moderne i partiti politici sono del tutto simili, così evidentemente l’elettore non può più sbagliare a votare e correre magari il rischio di scegliere male, ora è praticamente sicuro di eleggere al 100% i suoi persecutori.
Carl William Brown

Sono di sinistra se, di fronte alla solitudine di un’anziana malata, mi accorgo che anche la mia vita perde qualcosa; sono di sinistra se le rinunce di una famiglia di quattro persone rendono la mia più povera; sono di sinistra se vedo un bambino che muore di fame, e in quel momento è mio figlio, mio fratello piccolo.
Walter Veltroni

In tutti i partiti ci saranno destra e sinistra (se così piace), per i contrasti insiti al dinamismo politico. I partiti granitici, i partiti disciplinati sono i partiti unici delle dittature, non i veri partiti di uomini fatti di carne e ossa che pensano e che vogliono.
Luigi Sturzo

[Un comizio] Cari amici elettori, e sdraiabilmente amiche elettrici, mi è stato chiesto, se vengo eletto, cosa intendo fare per i poveri e i bisognosi: ‘na beata minchia! È ora di finirla: ‘sta cosa dei bisognosi è una mania! Poi sono bisognoso anche io di voti, affettivamente mi servono più dell’ossigeno: qui siamo in guerra, e io non faccio prigionieri. Tu mi voti, ti trovo un lavoro e ti sistemo. Tu non mi voti, ‘ntu culu a ttìa e a tutta ‘a famighia! Applauso! Io amo lo scontro, e soprattutamente non amo i pacifisti, nella persona di De Santis, il nostro Giovanni De Santis della lista civica. De Santis: io non ti sputo che ti profumo, io non ti piscio che ti lavo, io non ti caco che ti inciprio! De Santis, tu ti sei fissato che i problemi del Meridione sono il lavoro, lo sviluppo economico, la valorizzazione delle risorse naturali… Ma chiù natura d’u pilu, che c’è? Qui da noi non serve lavoro, che se uno sa firmare due assegni a vuoto, di fame non muore. Qui non servono strutture scolastiche od ospedali efficienti. Ccà serve ‘u pilu.
Cetto La Qualunque

Stefano Benni intervistato dal Corriere della Sera sui sondaggisti: “Se ne incontro uno, giuro che gli dirò questo: secondo il mio exit-poll lei ha, nell’immediato futuro, un tredici per cento di possibilità di prendersi un calcio nel culo, un dieci per cento di beccarsi un papagno in faccia, un sette per cento di venir morso all’orecchio, un tre per cento di ginocchiata nei coglioni e un sessantasette per cento che la lasci andare illeso. Ma le mie previsioni potrebbero essere clamorosamente sbagliate”.
Stefano Benni

Leggendo un articolo di “Repubblica” scopro che i gay hanno una simpatia per Berlusconi e per i partiti di destra, infatti non per niente amano prenderlo nel culo. Nello stesso tempo, una casa editrice, storicamente di sinistra, per riguadagnarsi un po’ di simpatie, pubblica un saggio sul piacere del sesso anale.
Carl William Brown

Il nazista ? la Cinquecento della specie umana. Pratico, semplice e senza il minimo senso del ridicolo, il nazista si distingue da tutti gli altri caratteri umani per le seguenti specifiche proprietà: 1) Non giudica le persone per quello che fanno o dicono, ma per la categoria a cui appartengono … 2) Vorrebbe che tutti fossero come lui. Il sogno del nazista ? un mondo dove tutte le cose che non gli piacciono sono vietate per legge … 3) Ma la cosa che pi? di tutte salta allÕocchio ? che il nazista non ha idee, ma solo ideali: ideali razziali, ideali patriottici, ideali culturali, ideali religiosi, ideali musicali, ideali calcistici e tanti, tantissimi valori da difendere.
Goffredo Puliti

La sinistra ha sempre fallito; quella pratica dei paesi comunisti, per la stupidità delle sue azioni, quella teorica dei paesi capitalistici per la stupidità dei suoi pensieri. La destra continua invece a vincere, perché nell’assurdità della sua stupidità è più coerente.
Carl William Brown

In generale un’affermazione della destra e’ sempre una cattiva notizia, e’ sempre una faccenda pericolosa. Perche’ la destra da’ risposte molto semplici, dirette a problemi enormi. Ci sono i senzatetto? Che se ne vadano. C’e’ un aumento di criminali? Ripristiniamo la pena di morte. Soluzioni che naturalmente non tentano di capire il perche’ dei fenomeni a cui vengono applicate. Al momento possono sembrare efficaci, ma fra venti anni sara’ peggio e ne faranno le spese le generazioni del futuro che di nuovo si troveranno di fronte problemi gravissimi.
Woody Allen

4 marzo 2018. Dopo un po’ di titubanza mi sono infine recato alle urne. Così per soddisfare il nobile principio del pluralismo ho votato per diversi partiti. Alla camera, in omaggio al vaffanculo, ai comici, e alla commedia dell’arte del bel paese, ho dato la mia preferenza ai cinque stelle; alle regionali, in omaggio ai costruttori di armi, ai cacciatori e alle fonderie della Lombardia, ho votato la lega; al senato, in omaggio alle storiche scelte sociali della destra, alle mignotte dei casini, e a chi per primo voleva veramente un’Europa unita, Inghilterra e Russia comprese, ho dato il mio voto a forza nuova. Se vi fosse stata un’altra possibilità, avrei scelto ancora un’altra formazione, di certo non il PD né tanto meno FI, in omaggio a tutti i grandi imbecilli che popolano il mondo dei media, dell’informazione e della politica, e che sono la banale espressione dell’infimo livello intellettuale di questi schieramenti, includendo pure in quest’ultimo giudizio i famosi tecnici, gente che per la loro meschina stupidità andrebbero sterminati, più che messi nei posti chiave del governo del paese; coglioni che si vantano all’appellativo di professori, mentre non sono altro che luridi e schifosi scagnozzi al soldo delle mafie economiche, finanziarie, politiche, industriali e pseudo-culturali del mondo moderno, persone al cospetto delle quali, gentiluomini come Riina o Carminati, non sono altro che dei poveri ed indifesi agnellini.
Carl William Brown

Tutte le piu’ importanti filosofie che cercano di dare un significato alla vita sono basate sulla negazione del teorema di Ginberg. Per es.: Il capitalismo e’ basato sul presupposto che si possa vincere. Il socialismo e’ basato sul presupposto che si possa pareggiare. Il misticismo e’ basato sul presupposto che si possa abbandonare.
Chiosa di Freeman al teorema di Ginsberg

Elezione: l’inturgidirsi dell’organo politico riproduttivo grazie al quale si rende periodicamente possibile la fecondazione delle due Camere e di vari tipi di assemblea. Per evitare che l’elezione venga a configurarsi come “atto osceno in luogo pubblico” la legge impone che si svolga in cabine appartate e rigorosamente vietate ai minorenni.
Carlo Fruttero e Franco Lucentini

Quando uno scrittore, disgustato dalla stupidità umana, comincia oltre che a disprezzare anche ad odiare il mondo ed i suoi simili, ecco che viene subito tacciato di misantropia, di razzismo, di nichilismo, e per finire, di essere un ideologo della destra più sovversiva. Dunque regolatevi, se volete stare in pace con il mondo, non fatevi disgustare dalla stupidità.
Carl William Brown

Riflessioni sui politici di destra e sinistra
Riflessioni sui politici di destra e sinistra

Chi si ritiene di sinistra, chi si ritiene progressista deve tenere vivo il sogno di un mondo in pace, senza odio e violenza, e deve combattere contro la pena di morte, la tortura, ogni altra sopraffazione fisica o morale e ogni illegalità: essere progressisti significa combattere l’aggressività che ci abita dentro, quella del più forte sul più debole, dell’uomo sulla donna, di chi ha potere su chi non ne ha e prendere la parte di chi ha meno forza e meno voce.
Pier Luigi Bersani

È stato grazie al progresso che il contenibile “stolto” dell’antichità si è tramutato nel prevalente cretino contemporaneo, personaggio a mortalità bassissima la cui forza è dunque in primo luogo brutalmente numerica; ma una società ch’egli si compiace di chiamare “molto complessa” gli ha aperto infiniti interstizi, crepe, fessure orizzontali e verticali, a destra come a sinistra.
Fruttero e Lucentini

La sinistra e la destra promettono sempre nuovi posti di lavoro! Tempi d’oro quindi per i travestiti e per tutti quelli che amano prenderlo nel culo. Infatti con i governanti che ci ritroviamo, questi lavori sono quelli che meglio si adattano ad affrontare il difficile mercato della globalizzazione.
Carl William Brown

Sinistra è una parola convenzionale che andrebbe sottratta al vocabolario politico e restituita alla toponomastica. Dov’è l’uscita? In fondo a sinistra. Il terzo giorno resuscitò da morte e salì al cielo ove siede alla destra del padre… In senso politico dev’essere vecchia di un paio di secoli e con origini parlamentari in rapporto alla collocazione fisica nelle assemblee. Come la curva sud negli stadi. Forse voleva designare una asimmetria. Il mancino è in fondo un diverso rispetto alle consuetudini, la diversità si associa alla critica, non allude a un equilibrio ma a uno squilibrio e a un rivolgimento (rivoluzione è una parola che va restituita anch’essa all’astronomia). È perciò una collocazione incompatibile con il potere e quando lo raggiunge fa corto circuito e commette il suo crimine.
Luigi Pintor

Per la maggior parte degli italiani non essere di sinistra vuol dire essere di destra, e viceversa. Pochi riescono ad accettare l’idea che possa esistere qualcuno che, a seconda del problema sul tappeto, a volte sia d’accordo con la destra e a volte con la sinistra.
Luciano De Crescenzo

La politica è cosa di un’estrema semplicità. Da una parte le persone che hanno tutto, denaro, onori, posti; dall’altro le persone che non hanno niente. Per gli uni tutto va bene, per gli altri tutto va male. A destra la digestione, a sinistra l’appetito.
Victorien Sardou

La Sinistra al Caviale. Mah! Io non ci capisco più nulla. Quando ero bambina, i comunisti volevano che i ricchi si vergognassero d’essere ricchi. Sostenevano che la proprietà è un furto. Ora, se non sei ricco, ti sputano addosso. E spesso sono più ricchi dei ricchi di allora. Adorano il lusso e dicono di volersi battere per il superfluo.
Oriana Fallaci

Leggi anche :

Aforismi sulle elezioni

Aforismi per argomento

Aforismi per autore

Pensieri e riflessioni

Related Post