Numeri sul Natale

Numeri sul Natale

A Natale gli alberi ne hanno le palle piene
A Natale gli alberi ne hanno le palle piene

Buon compleanno a Gesù Cristo e a tutti gli altri figli di papà!
Anonimo

Babbo Natale è un impotente e viene solo una volta all’anno!
Autore sconosciuto

Sapessi come odio le feste! Ogni anno vorrei dormire dalla vigilia di Natale a Capodanno!
Billy Crystal

La vita e’ bella come un albero di Natale. Peccato che ci sia sempre qualcuno che rompe le palle…
Anonimo

A Natale dobbiamo essere tutti più buoni, non più deficienti!
Carl William Brown

Aggiornamento pandemia da Coronavirus, verso il Natale 2020.
Morti Covid nel mondo. Il numero di morti in rapporto alla popolazione vede l’Italia al secondo posto, con circa 1000 morti per milione di abitanti, mentre in vetta, al 1° posto mondiale, il Belgio con 1.397 morti per milione di abitanti.
In Italia resta alto il numero di contagi per Coronavirus, per fortuna però cala il numero dei ricoverati in terapia intensiva, e questo forse è un ulteriore difetto del nostro sistema sanitario nazionale, infatti i pazienti di questi reparti diminuiscono necessariamente, per cause di forza maggiore, in quanto vanno ad incrementare il numero dei deceduti, quasi mille ai giorno in questo ultimo periodo.
Dall’inizio della pandemia l’Italia solo nelle RSA ha avuto quasi tanti morti come l’intera Germania, ovvero più di 10.000 decessi. Poi naturalmente il bel paese ha fatto ancora meglio su tutto il territorio nazionale oltrepassando i 60.000 casi.
La Germania che ha più di 80 milioni di abitanti ha avuto circa 18.000 morti per covid, mentre l’Italia che ha solo 60 milioni di abitanti, ne ha avuti più di 60.000. In Germania in questo periodo arrivano a fare circa 2 milioni di tamponi al giorno, mentre in Italia non si superano le 250.000 unità. Non ci sono solo i tanti test effettuati, ma anche tante strutture ospedaliere, spesso molto efficaci. In Germania gli ospedali sono 1.925, con 500mila posti letto. Le terapie intensive erano già 28mila a inizio epidemia, ora sono circa 40mila, di cui circa 30mila con respiratori. Ora i pazienti in terapia intensiva sono 3.300, di cui 1.800 che necessitano di supporto respiratorio. In Italia invece le terapie intensive sono circa 7.500, peccato però che in 2500 di queste non ci sia il personale, quindi è come non averle, o meglio figurano solo sulla carta e nei cervelli bacati dei nostri amministratori. Sempre in Germania, tutti i cittadini possono telefonare al proprio medico di base, e ottenere l’appuntamento entro la giornata per poter fare il tampone, aspettando non più di 1 ora e mezza. In Italia invece, i medici di base non fanno i tamponi, non visitano, la maggior parte non ha dato la disponibilità né per fare i test sierologici al personale della scuola, né tanto meno per fare il vaccino antinfluenzale ai propri assistiti, l’unica cosa che fanno, quando va bene, è rispondere al telefono, all’email o mandare qualche messaggio su Whatsapp. Del resto non è facile cambiare la situazione in questa terra dei cachi, o per meglio dire in questa nazione di cacca. Io delle soluzioni le avrei anche, ma non le esterno, viceversa mi darebbero del nazista, magari tedesco per l’appunto, comunque ve le lascio immaginare; a buon intenditor poche parole!

Tutti i numeri sul Natale

Ecco i numeri di Babbo Natale. 378 Milioni: i bambini che, in base alla religione e all’area geografica e culturale di appartenenza, credono nella leggenda secondo cui Babbo Natale, su una slitta trainata da renne volanti, nella notte del 25 Dicembre porta doni scendendo per il camino. 110 Milioni: sono i chilometri che Babbo Natale deve percorrere con la sia slitta nella notte del 25 Dicembre. Questo perché: 108 Milioni: sono le case che Babbo Natale deve visitare, viste che i bambini (secondo i censimenti) sono 3,5 per ogni casa e supponendo che in ognuna di esse ci sia almeno un bambino buono.

E ipotizzando che le case siano distribuite equamente sulla superficie terrestre, la distanza media di una dall’altra e’ di circa 1,022Km. 340 Mila: sono le tonnellate di doni che le renne volanti devono trainare sulla slitta, compreso Babbo Natale, e supponendo che in media a ogni ragazzo tocchi un dono del peso di circa 900g. 226 Mila: sono le super-renne di cui Babbo Natale ha bisogno: ciascuna deve portare 1500 chili (il decuplo di una renna “normale”).

972 Km/s e’ la velocità che Babbo Natale deve tenere per visitare tutte le case, supponendo che allunghi la notte fino al 31 ore sfruttando i fusi orari. 967 al secondo sono le case che Babbo Natale deve visitare per poter adempiere coscienziosamente al suo compito. 1 Millesimo di secondo  il tempo che ha Babbo Natale per scendere dalla slitta, infilarsi nel camino, depositare i regali sotto l’albero di Natale, risalire il camino, balzare sulla slitta e dirigersi alla casa successiva. E’ per questo, forse, che nessuno  ancora riuscito ad incontrarlo!

Funny Christmas Statistics to Make Children Smile

There are currently 78 people named S. Claus living in the USA, and one Kriss Kringle.
December is the most popular month for nose jobs.
The weight of Santa’s sleigh loaded with one Beanie Baby for every kid on earth: 333,333 tons [approx. says Guy].
Number of reindeer required to pull a 333,333 ton sleigh: 214,206, plus Rudolph.
To deliver his gifts in one night, Santa would have to make 822.6 visits per second, sleighing at 3,000 times the speed of sound.
At that speed, Santa and his reindeer would burst into flames instantaneously thinks Will.
The average British child will open 18 presents on Christmas morning, worth £330 [$600USD] according to a survey.
Of the presents received, one in 10 will be broken by the New Year, only 40% will make it to March and just a quarter will be intact by next Xmas.
In total around 46 million of kids toys, worth £870m will be thrown away worldwide.

Natale è alle porte, scapperò dalla finestra
Natale è alle porte, scapperò dalla finestra

Uno scherzo natalizio

L’ultimo dell’anno era stato festeggiato come si conviene. Finita la festa e andati via gli ospiti, il padrone di casa  così ubriaco da addormentarsi sul tappeto del salone. La moglie invece ce la fa a salirsene in camera da letto, al piano di sopra. Poco pi tardi tornano a casa, da un’analoga festa, i figli adolescenti.

Vedendo il padre che dorme beato per terra, i due decidono di fargli uno scherzo: gli aprono delicatamente la lampo dei pantaloni, e vi sistemano, mezzo dentro e mezzo fuori, il collo del tacchino (il piatto forte del tradizionale cenone). All’alba la moglie si sveglia, e non trovando il marito al suo fianco decide di scendere a cercarlo.

Ancora mezzo addormentata, si affaccia alla balaustra: proprio in tempo (quando si dice il caso!) per vedere il cane di casa intento a divorare l’appendice carnosa che sporge dai calzoni del marito. Con un grido, la donna sviene, rotolando per le scale. Per lei, il nuovo anno inizierà in ospedale.
Mauroemme

Un presepio particolare

Finito di fare il presepe: ho messo: 5 case distrutte dai terremoti, 4 case alluvionate, 4 container dove far vivere la gente sfollata, 25 banche, 82 chiese; il bue e l’asinello non me li posso permettere vista la tassa sugli animali domestici. Ho messo la grotta, ma senza Gesù, considerato che Giuseppe e Maria con il loro lavoro non arrivano a fine mese e l’ici sulla grotta è una spesa in più e i loro genitori con la riduzione della pensione non possono più aiutarli. Ho messo 1500 re magi rigorosamente in auto blu. Mi sembra finito!!!
Simona Renaudo

Natale e magistrati

Un’antica leggenda dice che i famosi “Re Magi”, citati nei Vangeli, nominassero nei loro regni i giudici con un sistema molto particolare. Su un blocco di marmo versavano diversi strati di polvere d’oro, d’incenso, e di mirra e inserivano, tra uno strato e l’altro, dei fogli con i nomi dei candidati. Gli aspiranti giudici dovevano scoprire sotto quale strato si celava il fatidico foglio con il nome prescelto. Da “strato dei magi” deriva la parola MAGISTRATO.
Boris Makaresko

Aforismi e citazioni sul Natale ;

Aforismi divertenti sul Natale ;

Barzellette sul Natale ;

Aforismi di C.W. Brown sul Natale ;

Pensieri e riflessioni sul Natale ;

Numeri sul Natale ;

Odio il natale (Umorismo) ;