Aforismi Volume Secondo

Aforismi Volume Secondo

Aforismi di Carl William Brown
Aforismi di Carl William Brown

Aforismi Volume Secondo di Carl William Brown: Aforismi, massime, pensieri, riflessioni, battute, idee, motti di spirito, invettive, sentenze e paradossi.

Dedicato all’umanità che mi ha consentito di diventare uno studioso della stupidità.

PREFAZIONE

I miei libri sono stati scritti per far divertire chi già sa che l’uomo è stupido, per far arrabbiare chi ancora non lo sa e per far riflettere chi si ostina, contro ogni evidenza, ad avere sempre dei dubbi.
Carl William Brown

Poiché nel cammino dell’umanità la maturità è una pura e semplice vanità, penso sia giusto premiare l’universale assurdità che mi ha consentito di diventare uno studioso della maestosa stupidità! Ecco perché il mio più grande debito è verso la genialità della surrealità!
Carl William Brown

Un aforisma raramente illustra la verità, di solito è molto più vicino alle mezze verità, mentre spesso e volentieri si sposa felicemente con le stronzate più geniali.
Carl William Brown

È un giorno piovoso, le nuvole si sono addensate continuamente e il vento ha poi fatto il resto. Comunque dopo alcune ore il cielo si è schiarito un po’ ed è apparso anche qualche raggio di sole. There is a light that never goes out. Magari fosse veramente così.

Dopo le grandinate, i furibondi temporali e le trombe d’aria di Milano, Mantova, Brescia e via dicendo, che sempre più spesso ci rovinano le giornate, ci possiamo solo consolare pensando che anche all’estero non stanno certamente tranquilli, infatti le strade di Londra sembrano fiumi, in Cina le inondazioni fanno paura ed è persino crollato un albergo. Dopo i grandi incendi della California, ora è toccato al Canada dove il termometro ha raggiunto i 55 gradi, nei paesi scandinavi le temperature sono ugualmente molto alte, mentre in America latina il freddo si fa sentire.

In ogni caso a me di tutte queste cose non me ne importa poi un gran ché, ho già troppi problemi, con la salute di mia madre, con i miei anni che avanzano inesorabilmente, con la finanza che non va troppo bene, per non dire male, con l’umore che non è certamente alle stelle e con la stupidità dell’universo, che da quando sono nato non mi dà tregua.

In ogni caso alcuni anni fa l’Università di Tor Vergata di Roma in un suo dépliant dove pubblicizzava un corso di laurea sulla Fisica dell’Atmosfera e la Meteorologia, una delle sole tre facoltà in Italia a proporre questo indirizzo di studi, scriveva che negli ultimi 700 mila anni la temperatura della Terra ha saltato in su e in giù, provocando glaciazioni tremende e periodi di caldo intenso che duravano anche migliaia di anni; aggiungendo inoltre che oggi, secondo molti scienziati, la mano dell’uomo sta giocando pericolosamente con il pianeta provocando cambiamenti climatici che potrebbero essere ancora più intensi di quelli del passato e soprattutto dalle conseguenze imprevedibili.

Carl William Brown Aforismi
Carl William Brown Aforismi

Sempre in questo suo dépliant riportava tre aforismi più o meno inerenti queste tematiche, eccoli riportati di seguito.

La materia, questa rivoluzionaria entità dell’universo, che si aggrega e si disgrega a piacimento senza mai chiedere il permesso di nessuno, creando invece un mucchio di problemi a tutti!
Carl William Brown

Un battito d’ali di una farfalla in Brasile può essere la causa di un uragano in Cina.
Edward Lorenz

Dobbiamo guardare allo stato presente dell’universo come l’effetto del suo stato precedente e come la causa del suo stato futuro. Un’intelligenza capace di conoscere tutte le forze che agiscono in natura in un certo istante e le posizioni istantanee di tutti gli oggetti nell’universo, sarebbe capace di comprendere in una singola formula il moto dei corpi più grandi così come quello degli atomi più leggeri, purché il suo intelletto fosse sufficientemente potente da poter analizzare tutti i dati. A costui nulla sarebbe ignoto, il futuro così come il passato.
Pierre Laplace

Bene, a questo punto chiudiamo qui il discorso su questo argomento con questo aforisma di Wittgenstein: “Man has to awaken to wonder – and so perhaps do peoples. Science is a way of sending him to sleep again.”

Ora passiamo oltre nella nostra breve prefazione con alcune considerazioni di un altro grande filosofo, ovvero Arthur Schopenhauer che nel suo testo Il mondo come volontà e rappresentazione, scriveva: “La vita d’ogni singolo, se la si guarda nel suo complesso, rilevandone solo i tratti significanti, è sempre invero una tragedia; ma, esaminata nei particolari, ha il carattere della commedia. Imperocchè l’agitazione e il tormento della giornata, l’incessante ironia dell’attimo, il volere e il temere della settimana, gli accidenti sgradevoli d’ogni ora, per virtù del caso ognora intento a brutti tiri, sono vere scene da commedia. Ma i desideri sempre inappagati, il vano aspirare, le speranze calpestate senza pietà dal destino, i funesti errori di tutta la vita, con accrescimento di dolore e con morte alla fine, costituiscono ognora una tragedia. Così, quasi il destino avesse voluto aggiungere lo scherno al travaglio della nostra esistenza, deve la vita nostra contenere tutti i mali della tragedia, mentre noi riusciamo neppure a conservar la gravità di personaggi tragici, e siamo invece inevitabilmente, nei molti casi particolari della vita, goffi tipi da commedia.”

Già, tragedie, commedie, farse, tanto dolore, molta sofferenza, un po’ di svago, parecchie illusioni, moltissime disillusioni, e poi sensi di colpa, un grande rammarico per gli sbagli commessi, un po’ di depressione, un po’ di noia, tanta stanchezza e man mano che si continua il cammino, la voglia di ritirarsi, da soli, in un mondo migliore, ovvero come si suol dire rifugiarsi all’altro mondo.

INTRODUZIONE

Le tre grandi divinità madri dei popoli orientali sembra fossero generatrici e annientatrici insieme, Dee della vita e della fecondità nello stesso tempo che Dee della morte.
Sigmund Freud

Preferirei essere incatenato a questa roccia piuttosto che essere il servo ubbidiente degli Dei.
Prometeo di Eschilo

I termini “idea” e “saggio” derivano entrambi dalla stessa radice che significa “vedere”, ovviamente non solo con gli occhi, ma anche con la mente.
Carl William Brown

Così come la storia ha avuto inizio da un atto di disubbidienza, e i miti ebraici e greci ce lo confermano, così per uno stesso atto dovrà anche finire.
E. Fromm

L’uomo preferisce piegarsi a coloro che falsamente reputa buoni e saggi, piuttosto che ammettere di essere incapace di rifiutare ubbidienza ai malvagi.
E. Fromm

Dalle analisi svolte si può osservare che: l’1% della popolazione possiede oltre il 48% della ricchezza mondiale; il 19% possiede ricchezza per il 46,5% del totale; l’ 80% della popolazione mondiale si divide il restante 5,5% delle risorse. È il medioevo che ritorna (come dico da molti anni), mentre si leggono sempre meno libri e si è sempre più incapaci di affrontare il futuro senza essere supportati dalle analogie.

Anni fa, poco prima di lasciarci, Jean Guitton scriveva: “L’umanità, in questo momento, è in uno stato sul quale è difficile riflettere, perché mancano i termini di paragone. In genere, riflettere vuol dire paragonare. E come si può paragonare, quando non si può paragonare niente a niente?”. Ora siamo nel 2021 e vi risparmio le statistiche attuali.

Questo secondo volume di aforismi, circa mille, risale più o meno agli anni 1993-95, e contiene frasi brevi, riflessioni, aforismi, idee, critiche, battute, lampi di intelletto e quant’altro che sono già stati resi pubblici su Internet nei miei vari siti, primo fra tutti il Daimon Club, dove nella sezione dedicata a Carl William Brown, potete appunto trovare tutti i miei aforismi.

Ora a distanza di anni, siamo infatti nel 2021, ho deciso di pubblicare il testo in formato PDF, rendendolo disponibile sempre in forma gratuita, come del resto è stato per tutti gli altri miei libri e inserirlo in uno dei miei blogs, cioè www.aforismicelebri.com

Aforismi Volume Secondo
Aforismi Volume Secondo

Da tenere in considerazione inoltre che scrivere un libro significa aver fiducia nelle proprie capacità, scriverne un secondo significa poi sperare nella buona volontà dei lettori, infine continuare a scrivere significa aver fatto un patto con la stupidità; perciò tutta la mia fatica è anche contro me stesso, quale insignificante membro di una specie che ha enormemente contribuito alla affermazione dell’imbecillità nell’universo conosciuto e anche sconosciuto.

Questo libro quindi, come il precedente ed i seguenti, è da considerarsi come un punto di riferimento, di analisi e di discussione per tutti coloro che vorranno aderire alla libera associazione per la lotta contro la stupidità e la prevenzione dell’imbecillità.

Se è vero infatti che noi viviamo nell’età dell’atomica e delle scoperte scientifiche strabilianti è anche pur vero che la maggioranza degli uomini, un gran numero dei quali è al potere, da un punto di vista emotivo, vive ancora nell’età della pietra.

Che dire ancora, nulla, aggiungo di seguito una serie di aforismi idonei per la miglior comprensione del mio testo e per una miglior definizione del genere stesso, e per il resto, arrivederci al prossimo volume di aforismi, che in questo caso sarà il terzo, sempre libero e gratuito. Arrivederci e tante buone cose.

AFORISMI INTRODUTTIVI

Le parole che sono compiutamente vere sembrano essere paradossali.
Lao-Tse

Io sono dalla parte della ricerca della verità, e del coraggio intellettuale in questa ricerca, ma contro l’arroganza intellettuale, e specialmente contro la pretesa erronea di avere la verità in tasca, o quella di poter raggiungere la certezza.
Karl Popper

Le massime generali sono, nella disciplina della vita, ciò che la pratica è per l’arte.
Nicolas Chamfort

Le massime rimangono insignificanti finché non si concretizzano in abitudini.
Kahalil Gibran

L’aforisma non coincide mai con la verità: o è una mezza verità o è una verità e mezza.
Karl Kraus

Aforismi: pillole di pensiero da assumere a tempo indeterminato.
Andros

L’aforisma è una sorta di gemma, tanto più preziosa quanto più rara, e godibile solo in dosi minime.
Hermann Hesse

Aforista: scrittore che con una manciata di parole vuole far concorrenza a un libro intero, e con un piccolo libro a una biblioteca.
Julien De Valckenaere

Chi scrive aforismi non vuole essere letto ma imparato a memoria.
Friedrich Nietzsche

Uno che sa scrivere aforismi non dovrebbe disperdersi a fare dei saggi.
Karl Kraus

L’aforisma è una sentenza, una massima, una proposizione che esprime con coincisa esattezza il frutto di una lunga esperienza di vita, di osservazione, di analisi, di rottura di coglioni…!
Carl William Brown

Un aforisma non deve necessariamente essere vero, ma deve superare la verità.
Karl Kraus

L’aforisma viene molto apprezzato, tra l’altro perché contiene mezza verità, cioè una percentuale non indifferente.
Gabriel Laub

Odio le cattive massime più delle cattive azioni.
Jean Jacques Rousseau

Leggendo i grandi autori di aforismi si ha l’impressione che si conoscano tutti bene fra loro.
Elias Canetti

Odio le citazioni. Dimmi quello che sai.
Ralph Waldo Emerson

L’aforisma è una sintesi fra poesia e prosa, è un precipitato narrativo, è una parabola didascalica, è un concetto ideologico, in pratica è filosofia compressa, zippata. È letteratura che si adegua all’epoca digitale.
Carl William Brown

Una massima che abbia bisogno di essere spiegata non vale niente.
Luc de Clapiers de Vauvenargues

La citazione più preziosa è quella di cui non riesci a trovare la fonte.
Arthur Bloch

Aforismi di Carl William Brown
Aforismi di Carl William Brown

E’ mia ambizione dire in dieci frasi quello che altri dicono in interi volumi.
Friedrich Nietzsche

Il solo modo di leggere una raccolta di aforismi senza annoiarsi è di leggerne alcuni e fermarsi a meditare.
Charles-Joseph principe di Ligne

Un aforisma non si può dettare su nessuna macchina da scrivere. Ci vorrebbe troppo tempo.
Karl Kraus

L’aforisma è il tentativo di risolvere dialetticamente il conflitto tra esperienza e riflessione.
Alessandro Morandotti

L’aforisma è un esercizio mentale, psichico, logico e linguistico, spirituale, rituale, emotivo e razionale; è una primaria attività concettuale e letteraria,

un misto di prosa e poesia che veicola, oltre all’ideologia, simpatia od antipatia.
Carl William Brown

Nel cuore di ogni aforisma, per quanto nuovo o addirittura paradossale esso possa apparire, pulsa un’antichissima verità.
Arthur Schnitzler

Le massime degli uomini scoprono il loro cuore.
Vauvenargues

Il dubbio non è piacevole, ma la certezza è ridicola. Solo gli imbecilli sono sempre sicuri di ciò che dicono.
Voltaire

The active nihilist is never fixated on sick notions of beauty and love; revolution is beauty and the love of humanity is the only real love.
Friedrich Nietzsche

The role of academics is to take idealistic students and turn them into corporate slave machines.
Socrates

Tratta un uomo per quello che è ed egli rimarrà quello che è. Tratta un uomo per come potrebbe e dovrebbe essere ed egli diventerà come può e come deve essere.
Johann Wolfgang von Goethe

I poemi lunghi sono la risorsa di quegli imbecilli che non ne sanno scrivere di brevi.
Charles Baudelaire

E’ meglio regnare all’inferno che servire in cielo.
J. Milton

I libri sono vivacemente e vigorosamente produttivi come quei favolosi denti del dragone che piantati qua e là possono far germogliare uomini armati.
J. Milton

Chi uccide un uomo uccide una creatura ragionevole, ma chi uccide un buon libro uccide la ragione stessa.
J. Milton

L’unica cosa che l’uomo conosce con assoluta certezza è il nonsenso dell’esistenza.
L. Tolstoj

Ai tempi di Atene tutto ciò che si poteva distruggere era una civiltà. Oggi si può distruggere un mondo.
J. F. Stone

Il mondo non potrebbe mai essere guidato dagli scettici; inclini a sospendere il giudizio… l’origine dell’azione va ricercata nell’ignoranza profonda e nella follia.
J. M. Keynes

Da cinque a seicento teste abbattute vi assicureranno riposo, libertà, felicità.
Marat 1790 “L’ami de peuple”

Eppure di tutti costoro che le ricchezze e gli onori pongono in alto nessuno è grande. Perché dunque appare tale? Perché lo si misura col suo piedistallo.
Seneca

Le scimmie antropomorfe e i babbuini non parlano perché, se lo facessero, gli esseri umani li costringerebbero a lavorare.
Antoine Le Grand 17° secolo

DEDICA

Dedicato a tutti gli infelici che hanno sempre desiderato la felicità.

Questo libro è dedicato a tutti quegli uomini che nella storia hanno sofferto, lottato, creduto nella rivolta e talvolta sconfitto gli abusi del potere al fine di creare una società sempre più giusta e tollerante, da chi ora vive in una democrazia che loro hanno contribuito a costruire, ma che ahimè, glielo assicuro, è ridotta assai male, forse proprio a causa di sua maestà la stupidità, che nonostante tutto regna ancora incontrastata.

Aforismi Volume Secondo di C.W. Brown
Aforismi Volume Secondo di C.W. Brown

A civilization which leaves so large a number of its participants unsatisfied and drives them into revolt neither has nor deserves the prospect of a lasting existence.
Sigmund Freud

Dedicato a quel chierico vagante, sterile amante, ribelle ed arrogante, votato alla castità non per volontà, ma per scarsità e abbondanza di stupidità.
Carl William Brown

Seppure sul più prestigioso trono del mondo siamo comunque sempre seduti sul nostro culo… ed anche sul più alto trono della terra, non siamo seduti che sul nostro culo.
Michel de Montaigne

Per gli anglofoni consiglio e dedico i contenuti di questo mio blog interamente in lingua Inglese www.english-culture.com ed infine per “Her most Excellent Majesty Elizabeth the Second by the Grace of God, of the United Kingdom of Great Britain and Northen Ireland and of Her other Realms and Territories Queen, Head of the Commonwealth, Defender of the Faith.” bastino queste poche parole: “Now some dark night when everything is silent in this town, I’ll kill the tyrants, one and all, and shoot the floggers down: I’ll give the Law a little shock: remember what I say: They’ll regret they sent Jim Jones in chains to Botany Bay.

Aforismi, massime, pensieri, riflessioni, battute, idee, motti di spirito, invettive, sentenze e paradossi di Carl William Brown, Volume Secondo.

Cosa fareste voi a chi guadagna miliardi senza fare molto e poi parla di impiegare per i lavori più disparati del volontariato.
~
La società è talmente perversa che nelle difficili epoche di recessione fa pagare di più a chi ha di meno.
~
L’autorità, che si serve della burocrazia, è organizzata in modo tale che è praticamente impossibile per chiunque operare delle rivoluzioni di fondo.
~
In Italia tutti i giornali appartengono a grandi gruppi capitalistici; com’è dunque possibile che i giornalisti, sicofanti del potere, come li chiamava appunto Russell, facciano o salvaguardino l’interesse del
cittadino comune?
~
Il primo matrimonio è la vittoria dell’amore, il secondo della costanza, ma il terzo è senza dubbio il trionfo della stupidità.
~
La borghesia, i mercanti, il capitalismo e la finanza ci hanno liberato dalla vecchia aristocrazia, ma ora chi ci libererà dalla nuova.
~
Finché ci saranno delle regole sociali inique, ci saranno sempre degli individui disposti a trasgredirle. E dopo non lamentatevi!
~
Il filosofo, con assoluta modestia, deve essere sempre pronto ad imparare e ad insegnare. Praticamente tutto il contrario di quello che fanno i nostri docenti universitari.
~
I poveri, attraverso il canone o la pubblicità, pagano la televisione per vedere i ricchi che si divertono.
~
Rivendicate sempre una maggior uguaglianza, con tutte le vostre forze; non aspettate di fare la fame, o di avere la merda in gola, prima di protestare.
~
Gli imbecilli per distinguersi predicano delle diverse leggi false.
~
Italia, Aprile 1993, 42 omicidi dall’inizio dell’anno, è un orrore! È un orrore che in tre mesi si siano ammazzate solo 42 persone.
~
La madre degli imbecilli è sempre incinta, per questo certa gente deve avere molti fratelli.
~
Lo sciopero è un’arma di lotta civile quando il nemico è un po’ intelligente, ma non basta quando il nemico è stupido.

Carl William Brown Free E-book
Carl William Brown Free E-book

La storia si ripete sempre e così anche i soprusi, le violenze e gli sfruttamenti. Ribellatevi!
~
La storia non è altro che una lunga catena di violenze, soprusi e sfruttamenti subiti dai poveri per opera dei ricchi.
~
Lo stato è una società per azioni, dove i maggiori azionisti, i lavoratori, invece di dividere gli utili, pagano le spese.
~
Per alcuni questo libretto potrebbe essere sovversivo, ma come diceva Einstein, molto dipende dai punti di vista, per me infatti è soltanto un libretto di sante riflessioni e definizioni, quasi delle preghierine.
~
Questo libro è fortemente basato sulla teoria del conflitto, per cui il suo sponsor ideale potrebbe benissimo essere una fabbrica di armi.
~
Non mi va di dire molto sulla cultura o sulla religione di certi paesi, come osservatore, prendo atto con piacere che in taluni posti si stanno ammazzando a meraviglia.
~
I ricchi non hanno bisogno di utopie o di idealità, visto che possiedono già tutta la realtà.
~
La realtà non è altro che una stupida banalità.
~
Nel cammino dell’umanità, la maturità non è altro che semplice e pura vanità, che al massimo può giungere ai livelli della stupidità.
~
L’economia politica è quella scienza che vi spiega come chi sia più ricco abbia meno problemi a spendere.
~
Il fisco è quella struttura politico amministrativa che vi da la certezza di sapere che meno possedete, più pagate.
~
In una società civile ed in via di sviluppo, questo piccolo testo dovrebbe esser usato per insegnare a leggere ai bambini.
~
In questo mondo dove gli onesti perdono sempre o riusciamo a cambiare le regole del gioco, oppure dobbiamo imparare a barare. Come? – direte voi ! Leggete l’Otello di Shakespeare, per esempio, potrete farvi un’idea.
~
Il mondo è gravemente malato, è sull’orlo del precipizio; l’uomo ha un piede nella tomba! Beh, l’importante è la salute, perché se non c’è la salute!
~
Quando l’umorista avrà finalmente terminato il suo compito, il mondo sarà finalmente un’oasi felice.
~
L’umorismo nasce dal dolore, e dalla stupidità. E’ una specie di vaccino.
~
Per leggere altre cose di Carl William Brown visita la sua pagina all’interno di questo blog. Grazie.