Aforismi di Carl William Brown

Carl William Brown aforismi e pensieri
Carl William Brown aforismi e pensieri

Con la cattiveria, l’uomo si vendica contro la società per i limiti che essa gli impone. Questo desiderio di vendetta anima tutti. Il selvaggio può mozzarti la testa, può mangiarti, torturarti, ma ti risparmia le continue punzecchiature che a volte rendono la vita quasi intollerabile in una comunità civile.
Sigmund Freud

La morte fa coppia con l’amore, insieme governano il mondo, e quindi anche l’arte che per creare deve necessariamente distruggere.
Carl William Brown

The world is a dangerous place, not because of those who do evil, but because of those who look on and do nothing.
Albert Einstein

E’ mia ambizione dire in dieci frasi quello che altri dicono in interi volumi.
Friedrich Nietzsche

Compagni minatori io ve lo dico qui, questo mio canto è vano se voi non avete ragione. Se l’uomo ha da morire prima di avere il suo bene, bisogna che i poeti siano i primi a morire.
Paul Éluard

I miei libri sono stati scritti per far divertire chi già sa che l’uomo è stupido, per far arrabbiare chi ancora non lo sa e per far riflettere chi si ostina, contro ogni evidenza, ad avere sempre dei dubbi.
Carl William Brown

Preferirei essere incatenato a questa roccia piuttosto che essere il servo ubbidiente degli dei.
Prometeo

In questo mondo di sporchi ipocriti, talvolta anche i più falsi sembrano dire la verità.
Carl William Brown

Poiché nel cammino dell’umanità la maturità è una pura e semplice vanità, penso sia giusto premiare l’universale assurdità che mi ha consentito di diventare uno studioso della maestosa stupidità! Ecco perché il mio più grande debito è verso la genialità della surrealità!
Carl William Brown

Un aforisma raramente illustra la verità, di solito è molto più vicino alle mezze verità, mentre spesso e volentieri si sposa felicemente con le stronzate più geniali.
Carl William Brown

Il verbo può essere utile a trovare la carne, ma può anche aiutarvi a farne a meno. Le parole che sembrano essere compiutamente vere sembrano infatti essere paradossali, diceva il vecchio Lao-Tsu. In ogni caso attraverso il linguaggio, che è il più grande fenomeno che riguarda la specie umana, con le sue idee, le sue parole e le sue metafore è possibile contribuire ad una profonda analisi della nostra avventura terrena. Così attraverso varie provocazioni e l’arte dell’ironia, del sarcasmo e del paradosso potrete apprezzare uno scrittore cinico, irriverente, divertente, umoristico,  oltre che abbastanza incline alla protesta, all’anarchia e alla rivoluzione permanente delle idee e della letteratura. 

I poeti sono gli ignorati legislatori del mondo, diceva Shelley; frase che ben si intona con quella divertente riflessione di Carl William Brown ispirata da Valéry che affermava: “Il vero genio è sconosciuto, sono i fessi invece ad essere molto popolari”. Forse anche perché il poeta, come diceva Ortega, comincia dove finisce l’uomo. Ed ecco dunque riaffiorare il famoso tema della vita in morte e della morte in vita! L’ideale che si scontra con il reale avvicina lo spirito dei poeti di buon grado al surrealismo, che come diceva Henry Miller è semplicemente il riflesso del processo della morte; una manifestazione di una vita rivolta verso l’istinto, un virus che accelera la fine inevitabile, ma che, aggiungo io, ci lascia in eredità qualcosa di magico e di ben più longevo delle nostre misere, labili e silenziose esistenze.

Ovunque io vada, scopro che un poeta è già stato là prima di me, per dirla con Freud, ed è per questo che gli aforismi con la loro forma di espressione breve, sono da sempre portatrici di grande saggezza e di puro divertimento intellettuale, e con la poesia servono a divulgare lo spirito terapeutico, creativo ed universale della letteratura, che come i più informati sanno, non è solo alla base di tutti i testi sacri e religiosi, ma è anche il fulcro essenziale di ogni filosofia, di ogni sentimento, di ogni speculazione, e di ogni ricerca sperimentale e scientifica. Se dunque amate la lettura, la scrittura e la riflessione non dovete fare altro che seguirci in questo viaggio alla ricerca non del tempo perduto, né ritrovato, ma dell’infernale stupidità terrena attraverso le creazioni personali del sottoscritto divise per argomenti e tematiche varie.

Carl William Brown     Il vendicatore letterario

Destra e Sinistra

Dignità

Elezioni

English

Natale

Opera

Pensioni

Riflessioni

Related Post